NewSphera   Magazine-cultura

   Home page           Gaio Veneziano    pittore , scultore, vignettista
 Biografia  
 I quadri
 Le vignette
 Contatti
 
 
 
 
 

            

 
 

         

 

 

 
 

La mia carriera artistica comincia nei lontani anni '80 come collaboratore vignettista de La Repubblica" e del Paese Sera oltre che di alcune  agenzie giornalistiche.
Dopo una lunga interruzione dovuta  ad un lavoro estraneo al mondo dell'Arte, ho ripreso la mia attività artistica.
I miei lavori sono stati, in passato, figurativi ed ora informali . Lascio ai miei lettori di esprimere sia le proprie emozioni che opinioni e tutto quanto può contribuire in genere alla "lettura" delle oper d' Arte in genere.  I titoli che ho attribuito ai quadri possono contribuire alla comprensione. Sono nato nel 1951 a Roma dove attualmente non risiedo. Riporto alcune critiche di professionisti, e come di norma ho partecipato ad esposizioni in gallerie.
Ringrazio Tutti per l'attenzione prestatami.

La critica .    La pittura di Gaio Veneziano è meticolosamente preziosa, composta da colori brillanti, paste lucide e interpolazioni materiche a rilievo. l'ispirazione volge al senso del sublime dato dalla perfezione, dell'universo, in contrapposizione con l'imperfezione del mondo fisico, imperfezione che in realtà offre un mondo di dettagli spesso molto più coinvolgente. La trascendente spiritualità dei soggetti di Veneziano si compone di materia terrena la cui fisicità viene in qualche modo esaltata da spessori consistenti e da un ductus talvolta vibrante e disomogeno tralaltra liscio, dato sottilmente attraverso velature che ingentiliscono i fondali pienamente materici .

 

 

 

 

Galactika1 80x100 - 2009.   Tecnica mista.  Raffigura l'immagine di una nebulosa interspaziale vivacemente colorata con polvere applicata alla tela su un fondo azzurro cosmico, dalla quale prende vita la forma: semplici sagome geometriche vivide e colorate. L'atmosfera sembra suggerire l'inizio dell'universo. Prevalente è l'uso dell'oro che impreziosisce la  composizione.

Copyright © 2000-2010 - all rights reserved

 


Arkeobatterio - 50x50  Tecnica mista su tela. Suggerisce l'idea di una forma naturale, seppur non ben identificata. È sempre presente la ricerca dell'origine delle cose, dell'essenza primitiva dell'esistenza. Un essere vivente prende forma sulla tela, avanzando lentamente nel vuoto, quasi fosse la prima forma di vita che, timidamente, fa i suoi primi passi. Copyright © 2000-2010 - all rights reserved

 

 

 

L'estro libero della composizione astratta riempita con un senso di horror vacui mai appesantito, ma sempre elegantissimo negli accostamenti, cromatici  a volte induge in inserti geometrici rigorosi, anche se mai costretti da spigoli vivi: questi partiti costituiscono generalmente  alloggiamenti per i dettagli più preziosi come fossero ingrandimenti volti a scoprire  la virtù della materia.

Le composizioni astratte sono l'ultima tappa di una lunga esperienza artistica, iniziata come vignettista per importanti testate giornalistiche, che non disdegna la pratica figurativa: l'abilità ritrattistica di Veneziano è mirabile in particolar modo per l'estrema attenzione alle espressioni personali che identificano un'anima. La sensibilità di cogliere quanto è di spirituale nel mondo fisico, è la caratteristica più importante e identificativa del fare pittorico di Gaio Veneziano.

 

 

 

 


Pagina successiva >>>

Percorsi - 70x100 -2009 Tecnica mista su tela. In percorsi, il fondo azzurro e chiaro,  tipico dell'artista viene interrotto da una massa di pietre accatastate su un angolo della tela che emanano una incredibile luncentezza. Vivo è il contrasto con l'ariosità, la purezza del cielo aperto, sul quale la materia pietrosa evoca l'immagine di un sentiero da percorrere. Copyright © 2000-2010 - all rights reserved

 

Copyright -Tutte le immagini sono di proprietà dell'autore Gaio Veneziano - Viene vietata la riproduzione anche parziale.                   webmaster@newsphera.it