HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

  31 ago 2010 - L'IPOTESI STEGOCRATICA - Parte Seconda - pag2

Palazzo Grazioli: "Dalla parte del conflitto, senza interessi"

Ieri Su Repubblica il giornalista statunitense Alexander stille - già autore del lungo articolo Il regno corrotto dell’imperatore Silvio, pubblicato l'8 aprile 2010 - ha condotto un'ulteriore analisi ad uso di quanti, eventualmente, sentissero ancora l'esigenza di trovare altre motivazioni (non bastano quelle già evidenti?) per ribellarsi al mastodontico conflitto d'interessi che grava sulle spalle (stanche?) del Presidente del Consiglio.

 

____o°O°o____

 

Mr. Stille ribadisce ancora una volta come il berlusconismo non ha nulla a che vedere con visioni di destra o di sinistra: al contrario esso rappresenta un'occasione per superare le divisioni ideologiche e riflettere a fondo sull'urgenza di riconfigurare l'incompatibilità di una posizione dominante su un mercato economico rilevante, qual è quello mediatico-editoriale-imprenditoriale del Presidente del Consiglio, e su quanto tale posizione di forza sia palesemente inconciliabile per l'affermarsi di una libera concorrenza, e anche per potersi realmente occupare degli interessi della cosa pubblica senza, appunto, gli ovvi conflitti d'interessi.

Sull'onda di queste riflessioni, Articolo 21 ha raccolto l'invito da parte del magazine "Caffeina" e di "Current tv" a partecipare oggi, martedì 12 ottobre alle ore 17, ad una tavola rotonda sulla terrazza di Palazzo Grazioli dal titolo “Dalla parte del conflitto, senza interessi". Il giornalista Filippo Rossi, tra i promotori dell'incontro, ha accolto con piacere la presenza dell'Associazione, da sempre in prima linea su questi temi. "Temi che ci riguardano tutti - ha detto il direttore del webmagazine di FareFuturo - che dobbiamo affrontare senza barricate né paraocchi, senza etichette né pregiudizi. Perché il futuro del nostro paese passa anche (o forse soprattutto) da qui. Dal coraggio di ripensare le cose dette e pensate, dalla forza d'immaginare l'Italia di domani finalmente libera da troppi conflitti d'interessi".

 

FIRMA L'APPELLO: "Subito una legge sul conflitto di interessi. Ora o mai più"

 

 

            

 


<pagina precedente                          pagina 2 di 2                                  pagina successiva>

 

 

Commenta l'articolo>>>


 

I commenti dei lettori
 
 
 

THE BUSINESS OF WAR

Le Società Private Militari sono una realtà in continua espansione. La tesi è un documento utile a capire come sono organizzate, dove operano e  quali metodi utilizzano. Sono  vere e proprie holding del mercato della guerra.
Richiedi una copia elettronica del documento. Ti sarà inviata via e-mail. Ti chiediamo in cambio solo un  contributo a sostegno di questo Blog, in modo da poter continuare a pubblicare un'informazione critica e indipendente