HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9996 - 31/12/2009 - Emanuele Cambi
GRAZIE ESMAT... LO SPETTACOLO CONTINUA...


“GRAZIE ESMAT”... LO SPETTACOLO CONTINUA...

di Emanuele Cambi

Arriva alla quinta edizione lo spettacolo di beneficenza in ricordo del Maestro Esmat Osman, anche quest’anno ricco di ospiti e novità.

Lunedì 25 gennaio 2010 alle ore 20,30 va in scena presso il Teatro San Genesio di Roma la 5° edizione dello spettacolo di beneficenza “Grazie Esmat”, in ricordo del Maestro egiziano di danza del ventre e coreografo Esmat Osman. Come ogni anno si alterneranno sul palco molti dei collaboratori e collaboratrici che l’hanno affiancato nella sua carriera artistica, riprendendo le sue coreografie e riportando pezzi classici e moderni della cultura orientale e della danza del ventre.

Parteciperanno artisti di ogni parte d’Italia, come la ballerina Jamila Zaki da Milano, e ancora Maria Strova, Marika Suhayma, Anoush, Perla Elias Nemer, il musicista egiziano Ashraf Said, con la sua spettacolare interpretazione della tabla (tamburo indiano consistente in una cassa di legno o terracotta a forma di barile, sulla quale è tesa, mediante legacci, una pelle la cui tensione si può modificare ruotando dei cilindretti, N.d.R.) e tanti altri ancora.

Come ogni anno non poteva mancare naturalmente la presenza insostituibile di Simona Ticciati e delle sue allieve, alle quali si affiancheranno quelle di Federica Leopizzi. Parteciperà inoltre Silvia Baggiani, il gruppo di danza classica diretto da Maria Elena De Falco e il gruppo dei bambini di salsa della palestra You Can Dance di Roma di Marco Santinelli.

La serata verrà presentata dai doppiatori Milva Bonacini e Gaetano Lizio e vedrà anche gli interventi degli attori e doppiatori Luca Ward e Sergio Fiorentini. Il tema della serata sarà come di consueto il ricordo del Maestro Esmat Osman, scomparso prematuramente nel 2004 per amiloidosi (malattia caratterizzata dalla deposizione in sede extracellulare di materiale proteico fibrillare a ridotto peso molecolare ed insolubile, N.d.R.), attraverso le sue coreografie e i classici della danza del ventre e della cultura orientale. Saranno presenti in sala il vice presidente dell’A.AM.I. Associazione Amiloidosi Italiana Silvia Bonacchi, alla quale andrà devoluto l’intero ricavato della manifestazione, e il Prof. Marco De Girolamo dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma.

L’atmosfera, tipicamente arabeggiante, come ogni anno sarà l’ambientazione ideale per assistere ad uno spettacolo di danza e cultura orientale, che ha non solo lo scopo di mettere sul palcoscenico balletti ed esibizioni di artiste professioniste tra le più affermate del panorama italiano e non, ma anche e soprattutto quello di raccontare una storia fatta di palestre, di passi, di allieve ed allievi, di ricordi di vita e di un uomo che ha fatto della danza, della cultura della sua terra e della solidarietà il significato profondo della sua vita.

Il ricordo vivo nei cuori di chi partecipa dalla prima edizione ad oggi, anche solo assistendo allo spettacolo e contribuendo a finanziare la ricerca sull’amiloidosi, è l’invito principale che come ogni anno richiama tutti coloro che si accostano alla manifestazione. La speranza che questa partecipazione cresca sempre di più è il motivo che ha spinto la famiglia del Maestro Esmat Osman a promuovere l’iniziativa sin dall’inizio.

La stessa speranza che quest’anno ha fatto sì che finalmente, dopo sei anni dalla sua scomparsa, sia nata l’Associazione “Grazie Esmat”, omaggio dovuto a chi per anni ha trasmesso quei valori che l’associazione stessa si propone di diffondere: solidarietà verso il prossimo, generosità e passione per la cultura orientale.

Info e prenotazioni: 3478763129 – 3281434625   silvana.noviello1@hotmail.it

www.esmatosman.it

www.lucyinthesky.it

Commenta l'articolo>>>

 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it