HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9990 - 17/02/2010 - Emanuele Cambi
A FUROR DI POPOLO E IN NOME DEL PAPA RE


A FUROR DI POPOLO E "IN NOME DEL PAPA RE"

di Emanuele Cambi

A grande richiesta proroga a fine febbraio lo spettacolo di Luigi Magni

Ancora per tutto il mese di febbraio va in scena, al Teatro dell’Angelo di Roma, lo spettacolo di Antonello Avallone ispirato al grande successo cinematografico di Luigi Magni. Scritto e diretto nel 1977, In nome del papa re è il secondo di una trilogia di film sulla Roma papalina del XIX secolo che, nonostante le critiche, si aggiudicò cinque David di Donatello. Per questa interpretazione teatrale del film, magistrale è la regia di Antonello Avallone, che dà il meglio di sé sul palcoscenico stesso accanto ad un veterano come Sergio Fiorentini.

“La nuova coppia comica”, com’è stata definita, si cimenta in un’interpretazione originalissima e intensa, condita da un’ironia capace di far sorridere di cuore, dopo aver vissuto con pathos scene commoventi ed emozionanti. Il filo logico del racconto è semplice e spiega chiaramente gli intrighi e le vicende del clero, in un periodo così delicato e ricco di fermento popolare, in un’Italia che cerca l’unità e si scontra con il potere forte dello Stato Pontificio.

In questo scenario si racconta di Monsignor Colombo da Priverno seguito a ruota dal suo fedele perpetuo, Serafino, Antonello Avallone e Sergio Fiorentini, appunto, che scopre per rivelazione di una contessa – con cui aveva avuto una relazione nel 1849 – di avere un figlio, il rivoluzionario Cesare Costa. Quest’ultima chiede aiuto al Monsignore che è uno dei giudici della Sacra Consulta, facendo rivalsa su un sentimento di paternità che, nonostante l’abito, vien fuori durante lo spettacolo con momenti che toccano profondamente la sensibilità del pubblico. Le vicende hanno una conclusione tragica, quella appunto dell’ultima condanna a morte decretata dall’autorità ecclesiastica, il 22 ottobre 1967.

Note particolari di merito vanno all’affiatatissimo cast che porta sul palco uno spettacolo davvero imperdibile, una rappresentazione che si muove tra commozione e ironia, attraverso parti cantate, monologhi e fuori scena, accompagnati romanticamente dalle note di una tipica chitarra da “stornellaro romanesco”. Il tutto attraverso un palcoscenico concepito a diversi livelli, in cui il gioco delle luci detta i tempi e le ambientazioni.

Come Magni, Avallone dà prova di grande abilità nell’affrontare temi impegnativi con ironia, e di saper giocare con stati d’animo così divergenti. Fondamentale per la riuscita è la partecipazione di Sergio Fiorentini, che rende un personaggio “spalla” come quello di Serafino, un co-protagonista necessario per il fattore comico, ma anche e sorprendentemente per quello drammatico. Una maschera irriverente, buffa, che riesce a far piangere con una facilità di cambio d’interpretazione davvero impareggiabile. La scena finale è il plauso per eccellenza ad una coppia e ad un’opera così ben riuscita.

Indirizzo, sito ed e-mail:

Teatro dell'Angelo - Via Simone de Saint Bon n°19, Roma 06.37513571 - 06.37514258

http://www.teatrodellangelo.it/il-teatro.asp

info@teatrodellangelo.it


Commenta l'articolo>>>

 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it