HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9993 - 02/03/2010 trad. di Alex Sfera
Berlusconi dà dei


Il Presidente del Consiglio italiano ha insultato i giudici del suo paese dando loro dei “talebani”. “Faremo la riforma della giustizia. Non so se piacerà ai talebani della magistratura”, ha detto venerdì nel corso di una conferenza stampa a Torino. “In Italia la sovranità non è del popolo ma dei Pm”, ha criticato il capo del governo che da decine di anni ormai è finito nel mirino della giustizia.

L’ex magistrato anticorruzione Antonio Di Pietro, capo del partito Italia dei Valori, ha prontamente criticato Berlusconi: “chi vuol prendere in giro?”, ha chiesto. Se Berlusconi fosse davvero innocente allora dovrebbe rispondere davanti ai giudici e non comportarsi come il “dittatore di un’operetta”.

In questo momento sono in corso un processo per corruzione e uno per evasione fiscale a carico di Berlusconi. Solo giovedì la Corte di Cassazione a Roma ha dichiarato prescritto un procedimento per falsa testimonianza a carico di David Mills, ex avvocato di Berlusconi. Non è stato tuttavia assolto. L’avvocato inglese era stato condannato in terzo grado per falsa testimonianza in cambio di denaro. A fine anni Novanta avrebbe ricevuto da Berlusconi 440.000 euro per testimoniare il falso in due processi per corruzione. La Corte di Cassazione ha pero’ seguito l’argomento del Procuratore Generale, che aveva chiesto che venisse annullata la sentenza di secondo grado poiché il reato era stato commesso prima di quanto scritto nella sentenza di secondo grado.

Dopo che la Corte Costituzionale aveva di nuovo annullato una immunità fatta su misura per Berlusconi, a fine 2009 erano ripartiti diversi processi per corruzione a suo carico, tra i quali anche quello relativo al cosiddetto “Caso Mills”.

Nelle scorse settimane il capo del governo conservatore ha avviato, con piena maggioranza in parlamento, diverse iniziative che dovrebbero proteggerlo dalla giustizia. Così il senato delibererà sul breve testo di legge per il “legittimo impedimento” in una seconda, conclusiva convocazione il 9 marzo. Questa legge consentirà a Berlusconi e ai suoi ministri di non essere costretti ad apparire, in futuro, nelle aule di tribunale anche senza il consenso dei singoli giudici.

Fonte: Articolo di Politica interna, pubblicato venerdì 26 febbraio 2010 in Germania. Titolo originale: "Berlusconi bezeichnet Richter als Taliban", Der Spiegel . (traduz. di Alex Sfera)

Commenti

 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it