HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9989 - 05/03/2010 - Fonte: Adnkronos
CACCIA, PRONTO EMENDAMENTO DEL MINISTRO BRAMBILLA PER IL RIPRISTINO DEI VECCHI LIMITI


Roma, 3 feb.(Adnkronos/Ign) – E’ in arrivo un emendamento del ministro Brambilla per ripristinare i vecchi limiti della stagione venatoria. Ad annunciarlo è una nota del dicastero. “L’ufficio legislativo del ministero del Turismo – si legge – ha predisposto un emendamento alla legge comunitaria 2009 che modifica la disciplina dei calendari venatori approvata la settimana scorsa in Senato. Il testo, da sottoporre a tutti i ministri interessati, ripristina il calendario dal 1 settembre al 31 gennaio praticamente abolito per i volatili, stabilisce quali sono le specie cacciabili e reintroduce il parere vincolante del ministero dell’Ambiente per le deroghe proposte da Regioni e Province autonome.

“Non è buona politica – commenta il ministro Michela Vittoria Brambilla – incidere su leggi di sistema con emendamenti estemporanei, senza una preventiva e approfondita discussione nel governo e nella maggioranza. L’emendamento è già stato inviato al ministero dell’Ambiente – continua il ministro – e se alla collega Prestigiacomo andrà bene, lo proporremo anche agli altri ministeri competenti affinché venga presentato come emendamento governativo”.

Il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha dichiarato da parte sua che ”è intenzione del governo rimediare al ‘colpo di mano’ avvenuto in Senato, evitando una deregulation in un delicatissimo settore come quello della caccia, che deve obbedire ad esigenze di tutela ambientale ed è rigidamente disciplinato da normative europee”.

Il ministero dell’Ambiente ha presentato venerdì scorso, all’indomani della votazione in Senato, un emendamento al testo sulla caccia approvato da Palazzo Madama. L’emendamento del ministero punta a ripristinare l’intesa che era stata raggiunta e che è poi stata disattesa dalla votazione del Senato.

Con l’emendamento presentato, si legge in una nota, il ministero dell’Ambiente punta ad eliminare la possibilità delle Regioni di definire deroghe al calendario venatorio, specie dei volatili, senza sottostare alla validazione vincolante da parte dell’Istituto per la Ricerca e Protezione Ambientale (Ispra). ”

Lo stop di Brambilla e Prestigiacomo sulla caccia è una buona notizia – afferma in una nota Ermete Realacci (Pd) – Prendiamo atto della presa di posizione dei due ministri e di altri esponenti della maggioranza, schierati contro lo scellerato emendamento presentato dai loro colleghi in Senato”.

”Si tratta di una vera e propria deregulation, un via libera alla caccia estrema, contrario non solo alla normativa europea ma a quanto pensano la maggior parte degli italiani e anche la parte responsabile del mondo venatorio, che chiede una caccia dentro le regole – conclude Realacci – Verificheremo la tenuta di questa posizione nel prossimo voto alla Camera. Resta il fatto che su questa vicenda il governo si è dimostrato almeno sciatto e distratto”.

Anche Legambiente plaude ai segnali che arrivano da Prestigiacomo e Brambilla. ”Ci auguriamo che l’impegno annunciato oggi dai ministri dell’Ambiente e del Turismo si concretizzi al più presto, trovando pieno sostegno da parte dell’intero governo, che deve tornare sui suoi passi”, dice Antonino Morabito, responsabile Fauna dell’associazione ambientalista.

Scrivi un commento sul sito di Terra!
La caccia in Italia vista da Terra - Trasmissione andata in onda su Canale 5 - giovedì 4 marzo 2010 ore 23,45 c.a. e-mail: terra@mediaset.it

- IMPORTANTE: ASSALTO DEI CACCIATORI SUL PIU' NUMEROSO GRUPPO ANTICACCIA SU FACEBOOK - PARTECIPATE
Contro il DDL del Sen. Orsi e gli altri DDL che liberalizzano la caccia!

PARTECIPATE Vi prego di portare la vostra testimonianza, senza offese ma fermamente, sul Gruppo di Facebook, per far capire ai cacciatori e ai troll che CI HANNO INVASI (approfittando della mancanza di amministratori *) CHE GLI 85.300 ISCRITTI NON VOGLIONO UNA CACCIA SEMPRE PIU' IMPUNITA E PERMISSIVA come avverrebbe se passassero i vari DDL in corso. E' molto importante che ci diate una mano!

*Per spiegar meglio la causa perchè non siamo più amministratori e per capirne la causa, (speriamo solo al momento e che si risolva presto, essendo per altro noi i titolari) vi giro un link e aggiungo che per ovviare alle centinaia di cancellazioni degli iscritti al Gruppo da parte di un hacker, io e l'altro amministratore dovevamo cambiare password ogni 2 ore e rimanere sempre un solo amm.tore a turno. Nel passaggio dei turni per errore e per stanchezza siamo usciti entrambi... Non so esprimere la rabbia per questo errore che sta permettendo di demolire il gruppo che rappresenta 85.300 adesioni contro il ddl orsi e gli altri ddl in corso.

Commenta la news>>>

 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it