HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9992 - 22/11/2010 L'OPINIONE
La Carfagna viene e va: ma che fa? (Chi lo sa...)


(nella foto, la ministra ai tempi in cui era decisamente meno "smunta" : la politica stressa...) Gianfranco Miccichè, leader della nuova formazione «Forza del Sud» offre al ministro per le pari opportunità il ruolo di numero uno sulla scena campana. Strappa con il Pdl, dunque, ma non con Berlusconi, che insieme ai suoi colonnelli - Ignazio La Russa in testa - cerca di minimizzare, facendo appello all'intelligenza e al senso di responsabilità della ministra, che le solite voci maligne (e quindi... comuniste) interpretano come una robusta sete di potere. Insomma, dopo aver sculettato come showgirl e apparsa in posa plastica sui calendari dei camionisti Maria Rosaria Carfagna (detta Mara) ha capito che la dimensione politica può riservarle soddisfazioni assai più gratificanti della carriera artistica.

Altro particolare che ha mandato su tutte le furie l'ipertiroidea Carfagna (che oggi appare molto più sciupata  rispetto a quando frequentava il mondo dello spettacolo) sono  stati  i  commenti ricevuti dalla sua collega Alessandra Mussolini. Quest'ultima di fronte ai buoni rapporti che la Carfagna intrattiene da tempo con Bocchino di Fli non ha più retto e, delicata come al solito, si è lanciata in un'azione ad alta valenza istituzionale (ma soprattutto ad alto effetto mediatico, e le riviste specializzate nel gossip ringraziano) immortalando con un'istantanea la liason (di natura squisitamente politica, va detto per onestà) che intercorre fra lei e il suo amico finiano (Italo for friends).

La sceneggiata partenopea tra le due primedonne s'è conclusa con l'appellativo "vajassa" che la ministra ha rivolto alla nipote del duce, un termine che sta per «serva» o «domestica» nel significato dialettale: «prostituta» per i napoletani di fine '800 oppure «donna che vive nei bassi» per i partenopei di oggi: quale dei due significati intendeva esprimere l'arguta ministra? Ai posteri l'ardua sentenza...

Ma non c'è solo
Nicola Cosentino come obiettivo degli strali lanciati dalla giovane ministra. Vengono inclusi anche Edmondo Cirielli (1), presidente della provincia di Salerno e Luigi Cesaro (2), presidente della Provincia di Napoli. Personaggi influenti per quel che concerne la gestione dei rifiuti.

____o°O°o____

1. Edmondo Cirielli è Tenente Colonnello dell'Arma dei Carabinieri, Presidente della Commissione Difesa alla Camera dei Deputati, e dal 2009 è presidente della Provincia di Salerno in quota Pdl: in questa veste fa affiggere, in occasione della festa della Resistenza, un manifesto in cui si afferma che la Liberazione dell'Italia avvenne solo grazie agli Angloamericani, mentre i partigiani non giocarono nessun ruolo (e anzi lo stesso Cirielli dichiara che alcuni tra di essi erano piegati a una logica anti-democratica che ambiva all'instaurazione della dittatura sovietica nel nostro paese. Tale mossa suscita aspre e numerose critiche da parte dell'opposizione. È sostenuto, in consiglio provinciale, da una maggioranza costituita da:

* PdL
* UDC
* MpA
* Nuovo PSI
* Popolari Udeur
* Alleanza di Centro
* Democrazia Federalista - Lista Lubritto
* Forza Provincia
* Alleanza per Cirielli

Il mandato amministrativo scade nel 2014.

2. Luigi Cesaro ha un curriculum di gran lunga più articolato... per i variegati dettagli vedi alla voce relativa su Wikipedia e  leggi l'inchiesta pubblicata da L'espresso di questa settimana, a firma di Claudio Pappaianni.

 

pagina 1 - 2

 

Commenta l'articolo>>> 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it