HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9936 - 23/11/2010 - Sei a > Costume e Società - Commissione parlamentare d'inchiesta
Sanità Umbria, martedì 23 novembre. Giovane deceduta dopo diversi trasferimenti tra l'ospedale di Città di Castello e quello di Perugia.
<br><b>   <font face="Tahoma" size="2">  <font color="#000000">Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori sanitari chiede relazione ad assessore regionale. </font>   </b>  <br>


Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, ha scritto all’Assessore alla tutela della Salute della Regione Umbria, Vincenzo Riommi, in merito ad un presunto errore sanitario di cui sarebbe rimasta vittima, secondo quando denunciato dai genitori, una sedicenne di San Giustino Umbro.

____o°O°o____

La minore, Maria Cristina Ricci, a seguito di un incidente stradale in cui aveva riportato un trauma cranio-encefalico, un trauma toracico-chiuso e una lesione al piede sinistro, venne ricoverata il 31 agosto 2006 prima presso l’ospedale di Città di Castello (PG), poi, considerando l'importante compromissione neurologica evidenziata, presso il reparto di Terapia intensiva e rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia (“Silvestrini” ) di Perugia. Qui la ragazza fu sottoposta ad intervento chirurgico ad un piede per la riduzione di un grosso edema.

Considerandola fuori pericolo, il 6 settembre 2006 i responsabili del reparto perugino disposero il trasferimento della paziente all'ospedale di Città di Castello, ma presso questo nosocomio, subito dopo l'arrivo, le condizioni neurologiche della paziente sono immediatamente precipitate, al punto da far decidere ai medici di trasferirla nuovamente alla rianimazione perugina, dove è deceduta l’8 settembre 2006. Sul caso, dopo l’esposto denuncia presentato dai genitori della giovane, è stata aperta un’inchiesta che vede indagato un medico della Terapia intensiva e della rianimazione del Santa Maria della Misericordia.

Il reato ipotizzato è quello di omissione colposa per colpa professionale. “Senza pregiudizio per le indagini eventualmente ancora in corso da parte della competente autorità giudiziaria – ha commentato il Presidente Orlando – abbiamo chiesto all’Assessore Marini di far pervenire alla Commissione che presiedo una relazione sull’episodio segnalato, con eventuali valutazioni anche in ordine ad eventuali e specifiche responsabilità individuali, nonché con informazioni su provvedimenti sanzionatori o cautelari a carico di eventuali responsabili. Tali elementi saranno poi valutati da questa Commissione per eventuali ulteriori adempimenti di competenza”.



Comunicato stampa Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali

pagina 1

Commenta l'articolo>>>

I commenti dei lettori
 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it