HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9991 - 28/08/2010 - tradotto dal Wall Street Journal
Facebook in violazione della privacy


Articolo di Emily Steele e Fowler Geoffrey A. pubblicato il 18 dicembre 2010 sul Wall Street Journal.

Un’indagine del Wall Street Journal ha trovato che molte delle applicazioni più popolari, o "Apps" sul sito di social-network Facebook Inc. hanno trasmesso informazioni di identificazione – in effetti, fornitura di accesso a nomi delle persone e, in alcuni casi, i nomi dei loro amici – a decine di pubblicità e società di monitoraggio Internet. Il problema colpisce decine di milioni di utenti delle Facebook apps
(1), tra cui persone che regolano i loro profili per le impostazioni più severe sulla privacy. La pratica rompe le regole del social forum, e rinnova i dubbi sulla sua capacità di mantenere sicure le informazioni sulle attività dei suoi utenti

Facebook dice che sta provvedendo a "limitare drasticamente" l'esposizione delle informazioni personali degli utenti, dopo che una inchiesta del Wall Street Journal ha rivelato che gli ID personali erano stati trasmessi a terzi mediante applicazioni Facebook. Ma Quanto è difficile fissare una tale violazione - e quanto gli utenti dovrebbero essere preoccupati, circa la condivisione di questi ID?
(2). Julia Angwin si unisce a Digits per discutere.

Il problema ha attinenza con il settore in crescita di aziende che costruiscono banche dati dettagliate sulla persone al fine di tenerne la tracciabilità online – una pratica che il Journal ha esaminato per la serie Cosa Essi Conoscono. Non è chiaro per quanto tempo la violazione è stata posto. Domenica scorsa, un portavoce di Facebook ha detto che sta provvedendo a "limitare drasticamente" l'esposizione delle informazioni personali degli utenti.

Molte applicazioni in alto su Facebook sono state a trasmettere informazioni di identità
per la tracciabilità in Internet e le società pubblicitarie. Emily Steel discute. Michael Ramsey, inoltre, discute dello scetticismo sulla grande scommessa dell'industria automobilistica che le auto alimentate a batteria diventeranno grandi venditori.

"Un ID utente di Facebook può essere inavvertitamente condiviso da un browser Internet di un utente o da un’applicazione – ha detto il portavoce. La conoscenza di una ID non consente l'accesso a informazioni private di chiunque su Facebook", ha detto, aggiungendo che la società avrebbe introdotto nuove tecnologie per contenere il problema individuato dal Journal.

"I nostri sistemi tecnici sono sempre stati completati da una politica severa d’imposizione, e continueremo a fare affidamento su entrambi per mantenere le persone nel controllo delle proprie informazioni ", ha detto il portavoce di Facebook.

Le "Apps" sono parti di software che permettono a 500 milioni di utenti Facebook di giocare o di condividere interessi comuni tra loro. Il Journal ha rilevato che tutte le 10 applicazioni più popolari su Facebook trasmettevano gli ID degli utenti a società esterne.

Le applicazioni, classificate dalla società di ricerca all'interno della rete Inc. (basato sugli utenti mensili), comprendono Zynga Game Network Inc.'s Farmville, con 59 milioni di utenti, e il Texas Holdem Poker e FrontierVille. Tre delle prime dieci applicazioni, tra cui Farmville, inoltre hanno trasmesso informazioni personali su amici di un utente a società esterne.

La maggior parte delle applicazioni non sono fatte da Facebook, ma da sviluppatori di software indipendenti. Diverse applicazioni erano diventate non disponibili per gli utenti dopo che il Journal ha informato che le applicazioni del famoso social forum che le applicazioni hanno trasmesso informazioni personali il motivo specifico per la loro indisponibilità rimane poco chiaro.

Le informazioni trasmesse è uno dei blocchi di Facebook di costruzione di base: l'unica numero di ID assegnato ad ogni utente sul sito. Dal momento che un ID utente è una parte pubblica di qualsiasi profilo, chiunque può utilizzare un numero di identificazione per cercare il nome di una persona, nome, utilizzando un browser web standard, anche se quella persona ha impostato tutte le sue informazioni per essere private. Per gli altri utenti, l'ID di Facebook rivela informazioni che hanno impostato da condividere con "tutti", incluse età, residenza, professione e foto.

____o°O°o____

1. Nell'onnipresente abitudine - tutta made in USA - di abbreviare le parole, Apps sta per applications.

2. ID sta per identificazione.

pagina 1 - 2 - 3 - 4

Commenta l'articolo>>>

 

 

 

      Vedi altri articoli dello stesso autore
 



Aggiungi a elenco articoli preferiti

                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it