HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9987 - 03/03/2010 - Emanuele Cambi

L'UOMO LUPO RITORNA AL CINEMA


L'UOMO LUPO RITORNA AL CINEMA

“L'UOMO LUPO" RITORNA AL CINEMA

di Emanuele Cambi

Con Benicio Del Toro, Anthony Hopkins e Emily Blunt, nell’ultima versione di “Wolfman”.

È consuetudine cinematografica riproporre a scadenze cicliche reinterpretazioni di classici, ma forse non lo si è fatto con troppa frequenza nel caso delle vicende dell’uomo lupo, anche se il tema della licantropia ha ispirato un gran numero di horror. È nelle sale italiane dal 21 febbraio Wolfman, forse una delle più belle reinterpretazioni del genere negli ultimi anni. Un cast d’eccezione, la cura delle citazioni e la maestria negli effetti speciali lo rendono un film attraente, inquietante e ricco di pathos.

La storia de “L’uomo lupo” di Curt Siodmack fu proposta per la prima volta sul grande schermo nel 1941, con grande successo, dal regista George Waggner. Ma sulla sua scia, tranne la bellissima eccezione del 1961 di Oliver Reed, L’implacabile condanna, la figura del licantropo è andata con gli anni sempre più arricchendosi di elementi sanguinari, che ne esaltavano il carattere mostruoso, piuttosto che quello umano dell’afflizione dolorosa data da un’origine ancestrale. Da qui la figura dell’uomo lupo esclusivamente sotto l’ottica assassina, in uno scemare sempre più definitivo del concetto di conflitto interiore tra lato umano e lato bestiale.

Nel 2010 il regista Joe Johnston decide di affondare di nuovo le mani nella valigia dei classici e di tirar fuori le tematiche affrontate inizialmente, pur non trascurando il lato sanguinario e cruento delle gesta della creatura mostruosa, attraverso i più moderni effetti speciali e avvalendosi del mago del trucco Rick Baker, sei volte premio oscar. Ecco quindi che affiorano le citazioni di altri capolavori, come della letteratura stessa. Non a caso il protagonista Lawrence Talbot (Benicio Del Toro) è un noto attore shakespeariano, l’ispettore Abberline (Hugo Weaving) è il detective di Scotland Yard che indagò anni addietro sui delitti di Jack lo squartatore, e via dicendo.

La trama: il protagonista viene richiamato dopo dieci anni in cui gira l’Europa sull’onda del suo successo di attore teatrale da Gwen (Emily Blunt), la moglie di suo fratello, perché ritorni al villaggio vittoriano di Blackmoor, dov’è nato, per aiutare il padre (Antony Hopkins) che cerca disperatamente il figlio, scomparso a seguito di strani accadimenti e bizzarre voci riguardo alla presenza di un essere mostruoso e sanguinario che minaccia gli abitanti. È in questo tessuto semplice che vien fuori tutto il talento del regista, che intreccia amore e odio, vita e morte, conflitti esistenziali e rapporti sociali, in una scenografia suggestiva quale quella londinese del diciannovesimo secolo, in cui gli effetti speciali fiammeggiano come lampi di modernità in un classico senza tempo. Per gli amanti del genere e non solo, un film che riesce ad appassionare gli occhi dello spettatore.


Commenta l'articolo>>>

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it