HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9984 - 31/08/2010 - Angelo

Marco Picci: una passione per l'acquerello


Marco Picci: una passione per l'acquerello

 Biografia

 Acquerelli

 Acrilico e Olio

 Pastelli

 Matita

 Fotografia

 Contatti

 

Marco Picci: una passione per l'acquerello

In questo numero Newsphera ha intervistato Marco Picci. Pittore di origini sarde, con un profondo amore per la sua terra, negli anni si è dedicato in particolare ad un'accurata ricerca estetica sulla tecnica dell'acquerello.


___o°0°o___


Abbinando ad una notevole perfezione nel tratto, molto difficile da raggiungere, una riflessione critica dei ritmi e dei valori perduti dei nostri tempi. Il tutto espresso nella percezione filtrata dalla sensibilità soggettiva dell'artista, che fonde sentimenti e sensazioni per dar vita all'opera, che si anima sulla tela.

Ciao Marco, e complimenti per il tuo lavoro.
Gli effetti che riesci ad ottenere grazie alla tua passione per l
a ricerca della precisione, nell'uso degli acquerelli, hanno qualcosa di veramente magico. Come fai ad operare delle correzioni con una tecnica così difficile da gestire, quando è utilizzata con tale meticolosità?

Le correzioni, che permette una tecnica come l'acquerello, sono veramente molto poche.
quindi si puo' arrivare ad ottenere questo tipo di precisione, solo attraverso una grande esperienza e conoscenza della materia, si puo' evitare di fare errori a cui non si possa rimediare con le poche possibilità di interveto che questa tecnica concede, il lavoro deve essere assolutamente premeditato, studiato e pianificato "step by step" sino al piu' piccolo dettaglio, prima di passare all'esecuzione manuale dell'acquerello stesso: insomma i miei lavori nascono nella mia testa e da li finiscono sulla carta solo dopo aver ultimato il processo di rielaborazione mentale dei vari processi di lavorazione che porteranno al risultato finale!


Abbiamo notato che in diversi disegni c'è un brand ricorrente (Coca Cola): c'è qualche motivo in particolare per cui sei così attratto dall'idea di ritrarre questo prodotto, molto noto a livello internazionale?

Si certamente vi è una motivazione profonda per cui io abbia scelto questo Brand come mio soggetto ricorrente.
Sia il mio primo lavoro con questo soggetto "Progress" che l'ultimo, "the Mirror" suggeriscono il significato simbolico che attribuisco alle mie bottiglie rigorosamente vuote, si tratta di un concetto semplice, quello della cultura: del "vuoto a perdere", questo è un Life-style in cui si immedesima ormai gran parte della società moderna: commercializzare se stessi come un prodotto di massa "usa e getta", attraverso un' immagine molto accativante, ma in realtà, cio' che si cerca di vendere, è privo di un reale "valore" o contenuto. Tali aberrazioni ed impoverimento dei valori si manifestano attraverso fenomeni trash tipo "big Brother" , i quali purtroppo spesso diventano riferimeti culturali e obbiettivi da raggiungere per molte persone.


Sul tuo sito on line, oltre alla possibilità di leggere le pagine in italiano, inglese e spagnolo è presente anche una versione sarda, segno inequivocabile dell'importanza che il linguaggio appartenente alla tua terra ha avuto nella tua formazione personale.
Che significato hanno per te le tue radici culturali, e come si riflettono sui tuoi lavori?

Sono fermamente convinto che: "Se non sai chi sei difficilmente saprai dove stai andando", La mia lingua e la mia terra sono la mia identità e il mio passaporto, sono il mio punto di partenza e il mio punto di rifferimento: insomma sono la mia stella polare!

Perchè dipingi?

Dipingo perchè l'arte è la lingua che uso per comunicare le mie idee trasmettendo emozioni, sentimenti, sensazioni uniche e soggettive che passano attraverso i sensi piu' profondi e incontrollabili.



Vedi le opere di Marco Picci>>>
 

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it