HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9990 13/01/2011 - a cura di Media Lab

L'azienda RAI: una grande famiglia italiana...


L'azienda RAI: una grande famiglia italiana...

Clientelismo e familismo sono due piaghe endemiche del costume italico. Qualcosa che attiene agli usi quotidiani del vivere, ancor prima che essere pratica comune tra quelli che contano, le Very Important Persons (in forma abbreviata: VIP's). Questo è un elenco - sicuramente parziale - del vasto nepotismo che s'annida tra i corridoi di Mamma Rai...

Figli d'arte, fratelli e sorelle. Ma anche mogli, mariti, nipoti e cognati. Tutti insieme appassionatamente.

Nella penisola è come il “don’t ask don’t tell” made in Usa, fino a poco tempo praticato in modo ipocrita dall’esercito americano. Per cui l’omosessuale era tollerato ma ben lungi dall’essere stato risolto come ‘perturbante’ presenza. Doveva rimanere, per così dire, in incognito. È un parente del “si fa ma non si dice”, quello dell’Italietta dei Giovanardi che ancora cerca l’antidoto al gene della “gaiezza”, perché a pensare che ciascuno potrebbe essere felice in un modo alternativo (quindi… comunista) poi gli farebbe male la testa. Gli si sovvertirebbe tutto l’ordine tolemaico in cui la mente giovanardesca si è auto-confinata: l'individuo gira come un satellite intorno alla 'famigghia', vero eterno sole e salvezza dalle fiamme eterne del peccato. Clientelismo e familismo: dei due l’ultimo è quello di cui vogliamo qui render conto. In particolare considerando il nepotismo che si annida, indisturbato da secoli, dentro il calderone di Viale Mazzini 13, sede legale e direzionale della Radiotelevisione Italiana.

Quello che segue è un elenco di figli, fratelli e sorelle (ma anche mogli, mariti, nipoti e cognati) che per diritto di nascita sono stati allocati in punti strategici del palinsesto tv dai mecenati di famiglia, che in tal modo han così provveduto ad assicurare una tranquilla vecchiaia al proprio parentado. Quanto tranquilla non si sa poiché è noto che il servizio pubblico, grazie alla sapiente gestione liberista del paradigma berlusconista sta progressivamente crollando a picco, e ha i conti alla deriva. C’è da osservare che la lista (8 settembre 2006) è un po’ datata poiché la fotografia che arriva alle gente comune è come quella degli osservatori astronomici, che rilevano la mappa del cielo passato.

Accade per la distanza sempre più galattica che separa, per l'appunto, le caste con le classi subalterne. E' il differente ritmo dell'alta borghesia rispetto al resto del paese che procede con passo più lento e non è agganciato alla camminata Rock dei ceti rampanti. Si scopre così che nell'azienda Rai, a conduzione familista, non è solo l’attore ad essere figlio d’arte. Ma anche il tele-giornalista, il presentatore e il funzionario. Si vogliono tutti un gran bene, proprio come una famiglia vera. Sovvenzionati ovviamente dagli utenti Rai, che pagano diligentemente il canone. Ecco dunque il predetto elenco: di sicuro non esaustivo, poiché nel frattempo saranno nate altre ramificazioni, nel grande albero genealogico di Viale Mazzini.

Figli (f):
Tinni Andreatta
, responsabile fiction di Raiuno, (f) dell'ex ministro dc Beniamino.
Natalia Augias, Gr, (f) del giornalista e scrittore Corrado.
Gianfranco Agus, inviato, (f) dell'attore Gianni.
Roberto Averardi, Gr, (f) di Giuseppe, ex deputato Psdi.
Francesca Barzini, Tg3, (f) dello scrittore e giornalista Luigi junior.
Bianca Berlinguer, conduttrice del Tg3, (f) di Enrico, segretario del Pci.
Barbara Boncompagni, autrice, (f) di Gianni.
Claudio Cappon, direttore generale, (f) di Giorgio, ex direttore generale dell'Imi.
Antonio De Martino, Gr, (f) dell'ex ministro socialista Francesco.
Antonio Di Bella, direttore Tg3, (f) di Franco, ex direttore del "Corriere della Sera".
Claudio Donat-Cattin, capostruttura Raiuno, (f) dell'ex ministro democristiano Carlo.
Jessica Japino, programmista regista delle edizioni di "Carramba", (f) di Sergio.
Giancarlo Leone, amministratore delegato di Rai Cinema e responsabile della Divisione Uno, (f) dell'ex presidente della Repubblica, Giovanni.
Marina Letta, contrattista a tempo determinato, (f) di Gianni, sottosegretario alla Presidenza a Palazzo Chigi.
Pietro Mancini, Gr, (f) del socialista Giacomo.
Maurizio Martinelli,Tg2, (f) del giornalista Roberto.
Stefania Pennacchini, Relazioni istituzionali Rai, (f) di Erminio, ex sottosegretario Dc.
Claudia Piga, Tg1, (f) dell'ex ministro dc, Franco.
Francesco Pionati, notista politico del Tg1, (f) dell'ex sindaco di Avellino.
Alessandra Rauti, redattore del Gr, (f) di Pino, segretario del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore.
Silvia Ronchey, autrice e conduttrice di programmi, (f) di Alberto, ex ministro dell'Ulivo ed ex presidente di Rcs.
Paolo Ruffini, direttore Gr, nipote del cardinale e (f) di Attilio, ex deputato e ministro dc.
Sara Scalia, capostruttura di Raidue, (f) della giornalista Miriam Mafai.
Maurizio Scelba, Tg1, (f) di Tanino, ex portavoce del presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.
(continua nella prossima pagina...)

pag 1 - 2

Commenta l'articolo>>>

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it