HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9900- 25/01/2011 di Alex Sfera

Hai mai provato le lenti notturne?
Si applicano agli occhi prima di addormentarsi. E ne correggono i disturbi per tutto il giorno seguente.


Hai mai provato le lenti notturne?</font><br><font face="Tahoma" size="2" color="000000">Si applicano agli occhi prima di addormentarsi. E ne 
        correggono i disturbi per tutto il giorno seguente.

Si applicano agli occhi prima di addormentarsi. Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia. Correggono i disturbi della vista per tutto il giorno successivo. Ecco perché è un metodo reversibile in qualsiasi momento. L’ortocheratologia notturna l’utilizzo di speciali lenti gaspermeabili da applicare durante il sonno grazie alle quali si ottiene un modellamento corneale preciso.

LA CORNEA, dolcemente rimodellata, acquista la funzione di lente che compensa la miopia, l’astigmatismo, l’ipermetropia e la presbiopia. Al risveglio, le lenti indossate durante il sonno vengono rimosse e per tutto il giorno la visione rimarrà buona senza l’uso di occhiali o di lenti a contatto. Essendo una tecnica reversibile, e quindi non invasiva, per mantenere il risultato occorre indossare le speciali lenti ogni notte o, a seconda del caso, a notti alterne.

IL MATERIALE con cui sono costruite queste lenti, altamente permeabile all’ossigeno, è stato appositamente concepito per l’uso notturno. Questo, unito alla possibilità di costruire lenti “sartoriali” tramite la topografia corneale computerizzata, permette di ottenere miglioramenti rapidi, prevedibili e scientificamente controllati.

L'ORTOCHERATOLOGIA è utilizzata negli USA ed in tutto il mondo da molti anni ed anche la Food & Drug Administration (FDA) ha approvato già da alcuni anni l’uso delle lenti per ortocheratologia notturna per miopie fino alle 6 diottrie ed astigmatismi fino a 1.75 diottrie. Oggi è possibile compensare anche ipermetropia e presbiopia con lenti progettate grazie alla tecnologia di ultima generazione. Considerando che 2 diottrie di miopia corrispondono ad una modifica della cornea di 12 micron e che un capello umano è spesso 125 micron, si può facilmente intuire quanto minimo sia il cambiamento di forma della cornea introdotto dalle lenti.

VANTAGGI E CONTROINDICAZIONI - Questa tecnica permette alla cornea un apporto di ossigeno superiore rispetto a qualunque altra lente a contatto dal momento che durante il giorno, ad occhi aperti, gli occhi possono respirare senza alcuna barriera e, dato non trascurabile, possono muoversi liberamente alla luce naturale, veicolo di informazioni per il benessere. Vi sono poi pratici vantaggi per chi presenta alterazioni del film lacrimale che limitano il comfort nell’utilizzo di lenti a contatto tradizionali: quelle notturne riducono e nella maggior parte dei casi eliminano il problema dell’”occhio secco”.

Le possibili controindicazioni sono le stesse di chi vuole mettere per la prima volta qualsiasi tipo di lenti a contatto: ipersensibilità, patologie oculari in atto, comparsa di reazioni allergiche e tutte le controindicazioni mediche all’uso di lenti a contatto. Per questo motivo si consiglia di effettuare periodici controlli dallo specialista oftalmologo, l’oculista.

I benefici in 10 punti

1. La tecnica è reversibile: nel caso che, per qualsiasi motivo, si voglia sospendere l’utilizzo delle lenti, tutto torna come prima.
2. Al mattino, ti svegli e … la vista è ritornata normale
3. Migliora la visione senza chirurgia
4. Dopo l’uso si vede semplicemente meglio, senza occhiali o lenti a contatto.
5. Consente un miglioramento rapido già dai primi giorni.
6. Tutte le lenti sono progettate individualmente per ogni persona.
7. È un programma valido per tutte le età.
8. Libera gli sportivi dai mezzi correttivi, d'intralcio durante l'attività.
9. Aviatori, pompieri, Forze dell’ordine, autisti al rinnovo della patente possono ora raggiungere gli standard richiesti senza lenti.
10. Nei giovani, contribuisce a controllare l’aumento progressivo della miopia

Ormai le lenti da portare durante il sonno possono compensare ipermetropia, astigmatismo, presbiopia, ma all’inizio sono nate per la miopia e nel tempo abbiamo potuto sperimentare il loro utilizzo con grande vantaggio in abbinamento alle tecniche per il miglioramento della vista.

A seconda dell’entità della miopia è consigliabile, quando si vuole imparare a vedere meglio, utilizzare una compensazione ottica che ci consenta di vedere, sì, ma un po’ sfuocato, in modo da sfruttare il defocus retinico come avviene nell’emmetropizzazione attiva, che è quel fenomeno che riflette la naturale capacità dell’occhio di cambiare il suo potere rifrattivo come conseguenza dell’adattamento a stimoli ambientali.
(continua...)

pag 1 - 2

 

Commenta l'articolo>>>

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it