HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9998 - 16/04/2011 - di Poison Ivy

Confidential: Ghedini - Thule Italia - Angelucci e Sposetti


Confidential: Ghedini - Thule Italia - Angelucci e Sposetti

A partire da oggi avviamo una rubrica che comparirà una tantum tra le schermate del sito. Si tratta di notizie e notiziole, più o meno brevi, che gettano uno sguardo tra i corridoi del transatlantico e le poltrone dei parlamentari. Fatti e fattacci, in apparenza irrilevanti, ma che invece contribuiscono - per il lettore che segue la politica con un pizzico di malizia - a comprendere meglio le sottotrame che si snodano all'interno di un Palazzo sempre più...  "precario".

 

Mavalà... ha perso l'iPad!

Momenti di panico per Niccolò Ghedini. Sarà stato lo stress per il tour de force cui lo costringe la strenua difesa del Premier in tribunale... fatto sta che quando a Montecitorio si discuteva del processo breve il Lurch Pidiellino ha smarrito la sua tavoletta elettronica. Lui ha provato a chiedere in giro: totale omertà da parte dei colleghi. Del resto... come si fa a distinguerlo dalle altre centinaia di esemplari che circolano da quelle parti? Non c'è un parlamentare che non abbia il suo bel dispositivo, perfettamente uguale a quello degli altri. Ora Mr. Mavalà è in ansia: pare infatti che dentro ci teneva dei file riservati... qualcosa inerente al processo? È ciò che sperano le gole profonde, in dolce attesa per le nutrienti rivelazioni che potrebbero filtrare da un ignoto ritrovatore del marchingegno. Dopo attente ricerche condotte in  solitaria l'avvocato s'è  rassegnato, chiedendo lumi ai commessi. I quali hanno fatto spallucce: spiegandogli che finché qualcuno non lo riconsegna non possono certo andare a perquisire i deputati. Si  faccia coraggio, avvocato...

 

Per cambiare il sistema: studiate il Fürher (???)

È quanto raccomanda Marco Linguardi, direttore (dallo stile dannunziano) della casa editrice romana Thule Italia, che a sua volta costituisce l'area di approfondimento saggistico e letterario di un più ampio progetto, portato avanti dall'associazione culturale Thule Italia. Questa si occupa di  argomenti che spaziano dall'economia alla politica, passando per la storia, gli studi alchemici e quelli esoterici. Tra le altre cose si dedica con fervore a tradurre testi che il periodo del Terzo Reich ha consegnato alle historie. L'ultima fatica è la versione italiana del 'Programma del N.S.D.A.P.' (Nationalsozialistische Deutsche Arbeiterpartei) nell'edizione del '33 ad opera dell'economista e politologo antisemita (studiò  da autodidatta) Gottfried Feder, tra i padri ideologici del nazismo assieme ad altri appartenenti alla Thule-Gesellschaft.

 

Tra i temi spiccano l'opposizione all'usura e - argomento molto futuribile per l'epoca - alla schiavitù del sistema finanziario (ottima premessa... peccato per l'ottica nazionalista che restringe l'orizzonte mentale, a tutto beneficio dei politologi. Ma del resto, questo era Feder...). Ancora prima i tipi  della Thule avevano edito 'Politica nazionalsocialista', scritto da Adolf Hitler dopo il 'Mein Kampf' . In un articolo pubblicato sul sito online dell'associazione facente capo a Linguardi si parla di 'Etica e volontariato sociale al servizio del proprio popolo' e il riferimento è al patriota rumeno Corneliu Zelea Codreanu: eroe nazionalista o  mero simpatizzante del nazismo, a seconda dello storico consultato. 

 

Nella rivista cartacea "Thule-Italia" si riaccredita il "socialismo tedesco" comunitario contrapposto  all'ideale di massa del  socialismo marxista. E ancora:

- si discetta sul carteggio del Patto d'Acciaio (accordo italo-tedesco a firma Galeazzo Ciano e Joachim von Ribbentrop il 22 maggio 1939)

- si parla delle Croci Frecciate d'Ungheria (partito filonazista e antisemita che sotto la guida di Ferenc Szálasi, dal 15 ottobre 1944 al gennaio 1945, riuscì a deportare 30 mila ebrei - tra cui molte donne, bambini e anziani - verso i campi di sterminio nazisti. In seguito Szálasi e altri leader delle Croci Frecciate vennero giudicati criminali di guerra dalle corti di giustizia ungheresi)

- si ripesca la fedeltà Hitleriana di Ferdinand Porsche (in realtà dettata più da pragmatica convenienza piuttosto che da convinzioni ideologiche dell'ingegnere austriaco, che per il Fürher avrebbe in seguito realizzato il Maggiolino, prima automobile della Wolkswagen)

- ed infine, sterzando sull'attualità politica, si bacchetta il ministro degli esteri Franco Frattini, accusato di "mollezza nella crisi libica": l'apice dell'onta e del disonore viene raggiunto quando s'invoca l'alt per "ministri degli Esteri che tutt'al più potrebbero fare i venditori di  stoviglie in televisione". Quale ignominia...

Linguardi provi a chiedere conto agli ex colonnelli di An: al giorno d'oggi gente come Gasparri e La Russa plaudono lieti al loro nuovo leader. Cosa aspettarsi, dunque, dal capo della diplomazia di un Regno che ha per sovrano il più Grande Magnate della televisione commerciale?

 

Angelucci: cercasi disperatamente... Ugo

Giampaolo Angelucci, figlio del plurinquisito Antonio, deputato Pdl si è riaffacciato alla Camera. Il boss della sanità laziale è sbucato in Transatlantico verso mezzogiorno, giovedì 7 aprile, regolarmente senza l'autorizzazione necessaria per entrare. Pronta al saluto, tra gli altri, l'on. Melania Rizzoli (Roma, 31 maggio 1956), medico chirurgo, vice presidente dell'Associazione Italiana contro le Leucemie - linfomi e mieloma ed eletta nel Pdl. Ma soprattutto lui, la star di questi ultimi giorni, grazie al ddl che proponeva finanziamenti alle fondazioni di partito, perché i dané non bastano mai: Ugo Sposetti. Il parlamentare Pd e tesoriere dei Ds si è sempre trovato bene con gli Angelucci. Questa volta si sono appartati in una gelateria di Piazza Colonna per concludere buoni affari. Mentre i suoi colleghi di partito affrettavano il passo: c'era da rientrare rapidamente alla Camera in modo da contrastare il voto al processo breve voluto dal Premier. Non lui: per Sposetti il business viene prima degli oneri istituzionali. Sentitamente, il Popolo dell'Amore ringrazia...

 

di Poison Ivy - 16 aprile 2011

 

pagina 1

Commenta l'articolo>>>

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it