HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9951 - Sei a > Tecnologia - 25/06/2011 - di Redazione

Rapporto REN21: le rinnovabili producono il 20% di energia elettrica


Rapporto REN21: le rinnovabili producono il 20% di energia elettrica

Il rapporto Ren21 del Forum globale sulle rinnovabili conferma che le fonti alternative sono uscite dalla "nicchia". Nel 2010 quasi il 20% della produzione di corrente elettrica è arrivata da fonti rinnovabili, così come il 16% dei consumi finali di energia, e la capacità di generazione di energia proveniente da fonti verdi é stata circa la metà di quella installata (complessivamente circa 30 GW)

Ottime le prestazioni del solare fotovoltaico che va oltre il raddoppio della sua produzione rispetto al 2009: in questo caso a giocare a favore di questo exploit sono stati gli incentivi di governo e la riduzione notevole dei prezzi dei pannelli. In questo settore la Germania rimane leder indiscusso considerato che da sola ha installato nel 2010 più fotovoltaico che il mondo intero nel 2009, mentre le vendite di pannelli in Giappone e Usa sono quasi raddoppiate.

Il rapporto annuale, pubblicato lo scorso 12 luglio, mostra come l'energia eolica permetta al settore di mantenere un andamento positivo, nonostante la situazione economico-politica sfavorevole e i continui tagli agli incentivi.

In generale il trend a livello mondiale è chiaro: all'inizio del 2011, almeno 119 paesi hanno fissato qualche tipo di target sul fronte delle energie pulite e hanno lanciato politiche di sostegno alle rinnovabili a livello nazionale, più che raddoppiando i 55 paesi del 2009. Mentre guardando alle aree di produzione nel rapporto è rilevato che nell'Unione europea le rinnovabili hanno contato circa il 41% della nuova capacità elettrica installata, i paesi in via di sviluppo (Cina in testa) l'anno scorso hanno superato per la prima volta i paesi industrializzati sul fronte degli investimenti nelle fonti verdi, a fronte di quelli sviluppati che hanno mantenuto la leadership negli investimenti in ricerca e progetti su piccola scala con Germania, Italia e Usa ai primi tre posti della classifica.

La strada verso la produzione distribuita dell'energia è imboccata ed il mercato ha ancora notevoli margini di espansione a patto che gli impianti trovino condivisone sul territorio: ciò è possibile attraverso norme chiare e la partecipazione delle comunità locali.

REN21: il vento guida la crescita costante delle rinnovabili

Il rapporto annuale, pubblicato lo scorso 12 luglio, mostra come l'energia eolica permetta al settore di mantenere un andamento positivo, nonostante la situazione economico-politica sfavorevole e i continui tagli agli incentivi. Secondo il rapporto REN21 è l'eolico a guidare le crescita delle rinnovabili
E’ il vento a guidare la crescita costante delle rinnovabili. A sostenerlo è il rapporto REN21 – pubblicato ieri, martedì 12 luglio – che mostra come tutto il settore mantenga un andamento positivo, nonostante la situazione economico-politica sfavorevole e i continui tagli agli incentivi.

“L’energia eolica continua a guidare il settore delle rinnovabili, con sempre nuova capacità installata, maggiore di qualunque altra tecnologia – ha detto, a margine della presentazione del rapporto, Steve Sawyer, segretario generale del Gwec (Global Wind Energy Council) e membro del comitato REN21 – altrettanto importante è notare che nel 2010, per la prima volta, è stata installata più capacità eolica nei Paesi in via di sviluppo e nei mercati emergenti di quanto non sia stato fatto nel mondo, per così dire, industrializzato”. Secondo il rapporto, il trend per il mercato eolico prevede continui sviluppi nell’offshore e una crescita nel tasso di popolarità nei progetti di generazione diffusa e in quelli in piccola scala, oltre a impianti in nuove località geografiche.

Anche dimensioni medie delle pale e capacità delle turbine è in netta crescita – molte aziende si preparano a lanciare turbine da 5 e 6 MW – con quelle direct drive che stanno raggiungendo la copertura del 18% del mercato globale. Nel 2010, si stima che le energie rinnovabili abbiano coperto il 16% del fabbisogno mondiale.

di Redazione - 13 luglio 2011

pagina 1

 

Commenta l'articolo>>>
 

I commenti dei lettori

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it