HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9957 - Sei a > L'opinione - 02/09/2011 - di Alex Sfera

Il passato di Gaetano Ferrieri


Il passato di Gaetano Ferrieri

L’impresa di Gaetano, ostinato digiunante davanti al Palazzo di Montecitorio, sta diventando sempre più nota. La pagina Facebook PRESIDIO AD OLTRANZA DAVANTI A PALAZZO MONTECITORIO ha all'attivo 39.204 amici (raggiunti nell'arco di tre mesi), senza contare le singole pagine regionali.

Accade così che mentre l’opinione pubblica vorrebbe saperne di più intorno a questo personaggio (ad es.: è sposato? Ha dei figli? E cose del genere), il 'quinto potere' ha steso un pesante velo su qualsiasi cosa che riguarda questo eroe moderno che parla al popolo di valori senza tempo. Un messaggio che ha una larga presa sul sentimento d’insofferenza che attanagli gli italiani nell’assistere ad una classe dirigente che sembra disinteressarsi completamente delle condizioni di vita delle classi sociali meno agiate, ed insiste peraltro a far finta che tutto sia a posto, che le cose vadano bene, che non c’è nulla di reale per cui la gente debba lamentarsi… quando invece anche una veloce disamina, un’analisi sommaria, fa realizzare anche al cittadino meno politicamente smaliziato che sono molti i conti che non tornano.

La nostra Redazione ha scavato nei meandri della Rete, ritrovando così un breve C.V. che ripercorre le tappe salienti del 'caso Gaetano'

Ecco perché la figura di Gaetano riempie di speranza il cuore di così tanti italiani che si sentono ignorati (oltre che presi per i fondelli) dall’attuale esecutivo. C’è molta curiosità sul passato di Gaetano. La nostra redazione ha scavato nei meandri della Rete, ritrovando così un breve C.V. che ripercorre le tappe salienti del 'caso Gaetano'. Ne emerge il ritratto di una persona che nella vita ha spesso dovuto combattere contro vari tipi di ingiustizie.

Leggendo questo identikit si comprende anche come la scelta del digiuno, peraltro già praticata in tempi non sospetti, non sia affatto estemporanea, ma frutto di una lunga riflessioni e di esperienze professionali rischiose per la sua stessa vita, oltre che amare per aver avuto esperienza di imbrogli e raggiri vari. A tale proposito, inoltre, per coerenza, ci preme sottolineare che la Redazione di Newsphera si è espressa criticando la scelta del digiuno come forma di protesta politica. Primo perché riteniamo che non sia giusto che un individuo o un popolo già UMILIATO si privi addirittura di sua sponte di un qualcosa che in un paese civile dovrebbe spettare di diritto a QUALSIASI persona.

Crediamo che non è con i gesti eroici, per quanto nobili, che si potrà costruire una società con alla base il rispetto per la dignità umana, tra cui rientra anche il diritto ad alimentarsi. Ci preoccupa inoltre la natura del messaggio, cioè la valenza – per così dire – pedagogica, che potrebbe dar vita ad emulazioni , tipicamente in soggetti particolarmente giovani, e che magari mancano di un uguale tempra da ‘combattente’. Riteniamo frutto di un errata interpretazione dello spirito cristiano – in tal caso troppo aderente alle antiche scritture, le quali davano conto di un mondo antico che nel frattempo è profondamente mutato – l’idea in base alla quale mettere in pratica queste forme di protesta che hanno una presa emotiva molto forte su di un certo tipo di opinione pubblica (più semplice) lasciando peraltro serenamente indifferente quelle persone dotate invece di uno sguardo più razionale, e che potrebbe sconfinare nel cinismo, pur di sottrarsi ad un serio e responsabile esame di coscienza sui gravi problemi sociali che affliggono l'intero stivale.

Neanche questa volta facciamo un eccezione, pur rispettando la scelta di un uomo che ha maturato a lungo questa decisione, non senza dolore,, e facendo presente che se Gaetano si sottopone a questo ‘martirio’ è solo perché sente il dovere morale di richiamare le coscienze del paese sul fatto che l’attuale classe dirigente al governo non è più rappresentativa della volontà dell’elettorato italiano. Pubblichiamo questo pezzo affinché gli internauti prendano coscienza del fatto che esistono oggi delle realtà così drammatiche da ridurre in uno stato di grave disperazione non più un numero limitato di persone bensì ampi strati del  ceto medio, che vede erodersi progressivamente il benessere conquistato fino ad alcuni anni addietro. E sa di non essere responsabile di questa involuzione sociale. L'articolo Quello che segue è un testo scritto da Gaetano il 7 settembre 2008: tre anni fa, dunque.  La fine di un

CITTADINO ONESTO
Sono Quello che ha tentato per finanziarsi la vendita di un proprio organo... su E-BAY il 16 luglio scorso.

Mi chiamo
Ferrieri Gaetano, troverete mie notizie in archivi stampa Gazzettino e Nuova Venezia

negli anni 90 ho contribuito a scoprire e denunciare intrallazzi di tangenti (banchine portuali Venezia con conseguente omicidio ex Provv. porto Dr. DI CIO', Consorzio Agrario Provinciale Venezia, Alutekna e successiva liquidazione, Tangenti discariche Veneto, Tangenti varie Pubbliche Amministrazioni locali: es. Comune Martellago, Comune Venezia, scandalo trasformazione area residenziale ex Miralanza di Mira ora Bekinser, Blocco di autorizzazioni impianti termo-distruttori Veneto in attesa costituzione ARPAV (vedi sciopero fame in Consiglio Regionale Veneto), Battaglia nazionale sull'ICI prima casa e raccolta firme abrogazione finanziamento partiti e sindacati), e molto altro ancora...  ora sono costretto ad eliminarmi (a seguito delle sue varie tribolazioni, in quel periodo Gaetano stava valutando l'idea di togliersi la vita, N.d.R.) perché non ho più la forza di sopravvivere, nessuno mi aiuta e non voglio fare il disonesto... né chiedere la carità... mi vergogno di dire alla famiglia che non ho più possibilità di mantenerli.

Ho una causa di lavoro dal 2000 perché come funzionario del Presidente ASSOCED nazionale Fausto Perazzolo Marra www.assoced.it avanzo retribuzione per due mensilità con relativa liquidazione e straordinarie mai pagate (ho girato l'Italia per tre anni) per circa 32 mila Euro.....la causa di lavoro si porta avanti ormai da 8 anni... senza udienze e con continui rinvii...

Da Gennaio 2007 sono stato estromesso illecitamente (ho presentato denunce di violenza privata e truffa al tribunale civile e penale di Venezia, l'indagine è aperta ma il tempo passa). Dalla mia attività di amministratore delegato del Caf dipendenti www.zerocartacaf.it, vicepresidente del Caf imprese Federced www.federcedcaf.it, Presidente cda Federservizisportivi (49% Fipav nazionale e 51% Federlavoro), Presidente FEDERCED nazionale www.federcedeurope.org e vicepresidente Federlavoro www.federlavoro.org, consigliere nazionale ACAI www.acai.it.

Ebbene… sono stato estromesso, hanno cambiato le chiavi della sede dove lavoravo impedendomi l'ingresso ingiustamente, perché mi sono rifiutato di testimoniare il falso per una truffa di un milione di Euro ai danni di un professionista oltre ad una forte richiesta di abbandonare il progetto di controllo fiscale delle associazioni sportive aderenti al CONI (vedere sul sito internet tramite ricerca a mio nome
Ferrieri Gaetano, voce Coni Lucca Federservizisportivi).
Ebbene, immediamente ho richiesto, come da documento scritto e controfirmato da
Trolese Bertino-Fascina Romeo-Gabriele Luigi-Domenici Annamaria-Quartiero Paola, della restituzione e del pagamento del mio 20% della Società Silcedzerocartacaf unipersonale (circa 300 mila Euro) tramite legali e poi in tribunale...

Oggi non so nulla... i miei truffatori
Trolese Bertino-Fascina Romeo-Gabriele Luigi-Domenici Annamaria (Quartiero Paola è stata anche lei eliminata) godono introiti di utile per quattrocentomila Euro annui esentasse, su quanto io ho organizzato in 7 anni a livello nazionale... e la giustizia non mi dà risposta...
Le Banche quando ero amministratore raccolsero firme mie fideiussore per circa un milione e mezzo di Euro, ora chiedo aiuto fidi per 60 mila Euro e non me lo concedono...
Cosa posso fare se non essermi rivolto agli usurai , ai quali a fronte di 20 mila Euro ho ristornato 70 mila Euro. E non è finita, perché non mi restituiscono il titolo di garanzia, cioè assegno.....
Desidero solo dopo la mia dipartita una cortese tutela della mia Famiglia ed una possibilità che altre persone non subiscano l'ingiustizia… che ho subito...
Vi ringrazio dell'attenzione nella speranza che il mio grido d'allarme non cada nel vuoto...

Cordialmente, Gaetano Ferrieri                              
Clicca qui per leggere il C.V. di Gaetano

di Redazione - 2 settembre 2011

pagina 1

 

Commenta l'articolo>>>
 

I commenti dei lettori

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it