HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 
9978 - Siete a > Giustizia e Sicurezza - 13/10/2011 - del Sen. IDV Elio Lannutti

Il mistero delle denunce di Milica Cupic


Il mistero delle denunce di Milica Cupic

Pubblichiamo lo stralcio di una interrogazione parlamentare a firma del sen. IDV Elio Lannutti, il quale pretende risposte dallo Stato in merito alle numerose denunce presentate dalla signora Milica Cupic e aventi come oggetto due omicidi: di cui il responsabile, secondo quando affermato dalla donna, sarebbe il suo ex marito, il generale a due stelle Vito Marchetti. La Sig. Cupic accusa il militare di aver ucciso la loro figlia in seguito a numerose e prolungate percosse, e anche di aver eliminato un suo giovane sottufficiale.

Nell'Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06272, pubblicato il 17 novembre 2011 (Seduta n. 637), il sen. Lannutti, ha inoltrato ai Ministri della giustizia e della difesa quanto segue:

la signora Milica Cupic, cittadina italiana, lamenta una serie di comportamenti quanto meno opinabili di organi della giustizia militare e civile in ordine a fatti da lei denunciati

In più occasioni ed in data 4 ottobre 2003, la signora Cupic ha denunciato gravi fatti a sua dire ascrivibili a personaggi identificati e identificabili.

in più occasioni ed in data 4 ottobre 2003, la signora Cupic ha denunciato gravi fatti a sua detta ascrivibili a personaggi identificati e identificabili. In particolare riferiti al suo ex marito, generale a due stelle e dunque alta carica dell’Esercito italiano, che ella ebbe a denunciare già nel 1996 in relazione alla morte violenta della propria figlia Sonia e di un sottoufficiale dell’Esercito avvenuta il 3 febbraio 1986

tali denunce sono state archiviate, ma è evidente che in tal caso la signora Cupic avrebbe dovuto essere indagata per calunnia, cosa che non è mai avvenuta sembra per la verità che la denuncia la Procura della Repubblica di Roma, dopo aver ricevuto l’esposto firmato dalla signora Cupic, lo avrebbe trasmesso al Procuratore Aggiunto, dottor Ettore Torri, come esposto anonimo, mentre, ad avviso dell’interrogante, ne risultava esattamente identificato il soggetto che lo aveva inviato

della signora Cupic in merito alla morte del Sottoufficiale e della propria figlia siano state archiviate, giustificandole con il fatto che la signora sarebbe affetta da «sindrome delirante lucida» e che di ciò la procura militare, per quanto riferito dall’interessata, sarebbe stata informata nel 1996, in modo improprio dal Tenente Colonnello dottor Corrado Ballarini di Bologna. La Cupic ha avuto più incontri, di sua spontanea volontà con il Capitano psichiatra criminologo Marco Cannavici nel 1995 presso il Policlinico Militare Celio di Roma, il quale fece in effetti un rapporto al direttore del Celio pro tempore sullo stato psicologico della signora, nel quale tuttavia mai pronunciò la diagnosi che avrebbe portato all’archiviazione

in data 15 gennaio 2005, la signora Cupic presentò alla procura militare di Roma una formale denuncia contro il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Giulio Fraticelli, per «omissioni in atti d’ufficio», in relazione alle denunce presentate nei confronti dell’ex marito ed alla documentazione a suo dire inviata al generale Pompegnani. Il generale Fraticelli avrebbe comunicato alla signora Cupic di aver relazionato al procuratore Intellisano, il quale, peraltro, in un incontro avvenuto con la Cupic il 7 dicembre 2004, negò di aver mai ricevuto alcuna cosa

della denuncia di cui sopra esiste traccia nella lettera che la Procura militare della Repubblica presso il tribunale militare di Roma ha inviato allo studio legale Lombardi in data 16 maggio 2005, (Numero 8/C/04INT «mod. 45» di protocollo) a firma del Procuratore Intellisano

nel dicembre 2004 la Cupic ebbe a presentare una denuncia alla Procura Militare contro il Tenente Colonnello Ballarini inviandola al A.G. Maresciallo Cervelli

considerato infine che la sospensione del dottor Ferraro, improvvisamente ritenuto inadatto ad adempiere convenientemente ed efficacemente ai doveri del proprio ufficio, appare all’interrogante di dubbia legittimità,

si chiede di sapere:

di quali informazioni disponga il Governo sui fatti esposti in premessa

quali iniziative di competenza intenda adottare.

Cliccando qui potrai visionare un documento già acquisito da tempo agli atti. Si tratta di una nota che scrisse il generale di suo pugno, abituato ad appuntarsi con meticolosità delle riflessioni quotidiane nella propria agenda. Nel testo il militare descrive bene le percosse inflitte alla sua bambina in seguito alla frustrazione di non riuscire a trovare un metodo valido per non farle dire bugie. Fin troppa ovvia la diagnosi nei confronti di un individuo che appare completamente sprovvisto  di capacità empatica e delle più elementari nozioni di pedagogia.

E qui invece potrai leggere il servizio pubblicato su Cronaca Vera del 24 agosto 2011 riferito alla drammatica vicenda vissuta da Milica. Sostieni anche tu questa coraggiosa donna richiedendole l'amicizia su Facebook: Milica Fatima Cupic (La Generalessa) ha bisogno del tuo sostegno sia morale che pratico, poiché è stata lasciata sola, in questa lotta impari con la malagiustizia che affligge il nostro paese.  

Fonte: Senato.it

pagina 1

 

Commenta l'articolo>>>
 

I commenti dei lettori

 

 

Segui  NewSphera

-----------------------

NewSphera Magazine

 

 

 



                                              Home   webmaster  Contatti    Registrati 

Copyright © Tecnologie Aperte 2003  http://www.newsphera.it