HOME PAGE   CHI SIAMO    FOTOGALLERY     CONTATTI       ALBUM        ARCHIVIO        REGISTRATI    INSERISCI UN COMMENTO
 LIBRI   |   POLITICA   |  SPETTACOLO   | OLTRE LA SCIENZA   |   AMBIENTE   |  NOTIZIE DAL   MONDO   | COSTUME E  SOCIETÀ      ITINERARI   TURISTICI  |  

            A R E A      ISCRITTI

   E-mail  Password  

 SPAZIO BANNER 
         ANNO 1 - NUMERO 8 - EDIZIONE 12 MARZO  2010
    SOMMARIO
    Primo piano
    Libri
    Politica
    Spettacolo
    Televisione
    Oltre la scienza
    Ambiente
    Notizie dal mondo
    Costume e società
    Itinerari turistici
    Moda e tendenze
    Amici della salsa con...
               Autori  

 

Test ADSL
Misura subito gratuitamente la velocita del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

         

 

       Contatore Visite

 
 
 
 
 
Berlusconi intende cambiare la Costituzione
 

NON HO NIENTE DA DIRE, MA SO COME DIRLO
Trattato ad uso del moderno opinionista

Nel panorama delle nuove professioni mediatiche ce n'è una molto ambita, i cui contorni appaiono però ancora oggi molto sfumati e non c'è una vera e propria palestra che, per così dire, abiliti alla professione. Stiamo parlando dell'opinionista.
Claudio Nutrito, con il suo libro 'NON HO NIENTE DA DIRE, MA SO COME DIRLO - Trattato ad uso del moderno opinionista (pp. 104 - € 12,00) ci introduce in una dimensione dove l'indispensabile

 


È sempre meno a portata di mano, ma l'optional è una costante. Ergo, non c'è salotto televisivo, trasmissione politica, o café culturale che non abbia bisogno della sua competenza 'sui generis'. Ma l'opinionista è chiamato anche ad esprimersi su temi di cui fino al giorno prima magari ignorava perfino l'esistenza... e dunque?

Parlare solo di ciò che si conosce… argomentare le proprie idee… esprimersi in modo chiaro… Ma chi l’ha detto?

Più che ad argomentare, il moderno opinionista è abile a muoversi in superficie, esercitando “l’arte raffinata dello sfioramento delle idee e dei problemi”, delle traiettorie che lambiscono appena le coste di un immaginario condiviso, dei luoghi culturali ignoti, e che tali rimarranno anche dopo la sua fugace disamina. Un’arte, insomma, che gli consente di fornire puntuali risposte anche quando non capisce le domande.

Chiarezza? Lasciamo perdere! Il moderno opinionista può permettersi di parlare in modo incomprensibile. Spesso, anzi, neppure lui capisce quel che dice: può così disquisire brillantemente su qualunque argomento, anche su quelli a lui sconosciuti.
Acuto e divertente, questo libro espone i ferri del mestiere del moderno opinionista.

 

A cura della Redazione di Newsphera

 

Commenta l'articolo

 

 

 

Gruppo Facebook Informazione a 360° su notizie rilevanti che “sfuggono” ai media generalisti