HOME PAGE        FOTOGALLERY     CONTATTI       VIDEO         ARCHIVIO        REGISTRATI         DOWNLOAD     COMMENTI       CHI SIAMO

                   A R E A   ISCRITTI

   E-mail  Password   

    
        16-11-2015. | THE NEWSPHERA BLOG
             SOMMARIO
  L'OPINIONE
  Politica
  Notizie dal mondo
  Arte e Cultura
  Economia e Finanza
  Tecnologia
  Salute e Benessere
  Costume e società
  Speciali e Inchieste
  Video
  Social Network
            RUBRICHE
  Malasanità
  Osservatorio Sociale
  Giustizia e Sicurezza
  Diritti Umani
  Guerre senza Pace
  Unione Europea
  Camera e Senato
  Istruzione
  Consumo Critico
  Media-Mente
  Ambiente
  Scienze
  Gossip 
  Cinema e Teatro
 

 

          NOVITÀ!

Download software free

Test ADSL
Misura gratuitamente la velocità del tuo sito

(c) speedtest-italy.com - Test ADSL

  Autori      

 

 

 

    

Al di là del bene e del male

 

 

Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa! Salsa!

 di Daniele Proietti - Maestro di Salsa Cubana - www.SalsaBonita.it

La Salsa nasce a Cuba intorno agli anni ’60 – ’70 non c’è una data    precisa.   Con   il nome di salsa vengono denominati vari ritmi, in gran parte caraibici, che      sono popolari in molte nazioni latinoamericane. Non è chiaro chi e perché abbia dato questo nome alla musica e al ballo, sembra che alla fine se lo sia dato da solo perché appropriato, poiché si riferisce, in modo metaforico, alla natura "gustosa"     della musica e dei balli che sono miscelati all’interno.

 

 

Non si parla di altro. La salsa ormai è arrivata in Italia da alcuni anni, la troviamo in ogni locale, nei villaggi vacanze, nei Bar mentre prendiamo il caffé, alla radio, ovunque…
Ma perché è così ascoltata e ballata?
Ci siamo mai chiesti il perché? Come mai in Italia in appena 10 anni è diventata oggetto di interesse comune per molta gente? Per dare delle risposte a queste domande dobbiamo andare indietro nel tempo.

“Ricordo quel giorno, era fine agosto, quando camminavo per strada e vidi una macchina di colore nero che suonava una musica a volume altissimo, e non era la solita musica da discoteca a cui ormai la gente non faceva più caso, era una Salsa!" Stava cambiando qualcosa nel divertimento della gente.

Le radici della salsa si possono ritrovare negli antenati africani che furono portati nei caraibi come schiavi dagli spagnoli. In Africa, è molto comune vedere persone che fanno musica suonando strumenti come la conga e la pandereta, strumenti comunemente usati nella salsa.


Il più diretto antenato della salsa è il Son Montuno di Cuba, che è una combinazione di influenze europee e africane. La plena portoricana, il calypso di Trinidad, il reggae giamaicano, il rock americano, il merengue dominicano e la cumbia colombiana sono altre fonti di ispirazione per questa miscela che si stava creando. Nei due decenni successivi, la continua successione di stili latinoamericani di successi come mambo, rumba, chachacha, raffinano e sviluppano gli elementi del son montuno, raggiungendo una grande popolarità negli Stati Uniti e Europa.

La crescita della salsa moderna, comunque, si dice sia iniziata nelle strade di New York alla fine degli anni ‘60. A quel tempo, il pop latino non era più una delle forze trainanti della musica americana, avendo perso terreno rispetto a doo wop, R&B e rock and roll. Con l'influenza degli immigrati latini, in particolare cubani e portoricani, a New York, portò alla crescita della salsa.
Da New York, la salsa si espanse a Cuba, Porto Rico, Repubblica Dominicana, Colombia, Messico, Venezuela e altri paesi latinoamericani fino alla nostra Europa. Cantanti come Tito Puente e Celia Cruz divennero nomi familiari e un punto di riferimento per tutti i Salteri.

Questo ballo con il ritmo musicale veniva utilizzato in tutte quelle attività sociali musicali di cui feste, cerimonie, nei bar, in questi posti la gente socializza e si corteggia, il ballerino nel ballo mostra il suo corteggiamento alla donna che contraccambia con il suo movimento sensuale e provocatorio, come un gioco ma allo stesso tempo come un vero e proprio corteggiamento animale.

Noi a volte ci dimentichiamo di essere “animali” siamo talmente strumentalizzati e preoccupati se la nostra auto finisce la benzina che ci dimentichiamo che la strada la possiamo fare anche a piedi e magari in quel tratto di strada possiamo conoscere gente nuova.
La Salsa va presa nello spirito giusto, perché sennò diventa la solita discoteca strumentalizzata che troviamo nei locali. La Salsa la si può ballare anche in strada con uno stereo acceso, in casa invitando amici, ovunque.
A volte si balla anche per divertimento, per avere il piacere di ballare con una bella persona che ci elogia con i suoi movimenti del corpo e magari alla fine, perché no, potrebbe essere anche la nostra anima gemella.

La Salsa è un miscuglio non solo di balli e tradizioni ma anche di persone, che hanno la voglia di vivere con gusto e divertimento.

 

Commenta l'articolo>>>
 

  

  Scrivi tu
   un 
  articolo  

 

Ti è piaciuta la storia della salsa?  Vuoi inserire un artico?                       

Effettua la registrazione,  dopo potrai inserire il tuo articolo

Solo il tuo Nickname sarà visibile agli altri utenti.
La tua mail verrà utilizzata solo dalla redazione per  comunicarti i tuoi dati di accesso in caso di smarrimento  e per inviarti una newsletter periodica.

 Vai al form di registrazione                                      contatti@newsphera.it